torre-vinaria-03 Una torre come un baluardo, simbolo di presenza e punto di avvistamento e riferimento nel Monferrato.
La sua figura è inconfondibile come un richiamo: piantata in mezzo ai filari, gobbe e creste disegnate di viti, grappoli di Barbera o Dolcetto, Moscato o Brachetto. Un occhio che vigila da 60 anni sui metodi di vinificazione e sulle generazioni di uomini che sapientemente hanno creato i nostri vini DOC e DOCG.

torre-vinaria-02Terminata di costruire nel 1956 su progetto dell’enotecnico Emilio Sernagiotto, è una delle ultime tre torri vinarie ancora esistenti in Italia. La sua forma particolare razionalizza il lavoro secondo il principio del “condominio”.
I suoi 17.850 hl di capacità la rendono da sempre un luogo ideale ove contenere il vino durante l’anno, grazie alla sua capacità di mantenere la temperatura costante e poiché lo svuotamento delle vasche avviene semplicemente grazie alla forza di gravità. Chiedeteci di salire i suoi 108 scalini per godere della vista delle vigne che la circondano e nelle giornate limpide delle Alpi innevate, dal Monviso al Monte Rosa.